Progettazione grafica

Serigrafia

La serigrafia o stampa serigrafica è una tecnica di stampa artistica di immagini e grafiche su qualsiasi supporto o superficie mediante l’uso di un tessuto (tessuto di stampa), facendo depositare dell’inchiostro su un supporto attraverso le aree libere del tessuto.

In ambito commerciale è usata principalmente per stampare immagini su tessuti di seta, T-shirt, foulard, cappelli, CD, DVD, ceramica, vetro, polipropilene, polietilene, carta, metalli e legno.

Calcografia

La calcografia o stampa calcografica è un sistema di stampa ad incavo. Consiste nell’incidere la propria opera su una lastra di rame o zinco con uno strumento chiamato “puntasecca” (un ago di acciaio molto appuntito con manico di legno usato come una matita).

Una volta incisa la lastra viene inchiostrata e poi ripulita affinché l’inchiostro rimanga solo nelle parti precedentemente incise dopodiché la lastra viene collocata sul torchio calcografico che permette la stampa.

Litografia

La litografia è una tecnica di produzione meccanica delle immagini che si basa sull’incompatibilità di alcuni inchiostri con l’acqua.

  1. La matrice fatta di pietra calcarea, granulosa e costituita da carbonato di calcio dello spessore che va dai 6 ai 12 cm.
  2. La pietra deve essere compatta ed omogenea per evitare fratture sotto la pressione del torchio.
  3. La superficie delle pietra deve venire levigata con pomice, sabbia o meglio carborundum per levigare la superficie e togliere qualsiasi segno.
  4. Si disegna con una matita litografica o con dell’inchiostro litografico composti da sostanze grasse (l’inchiostro litografico è tipico per essere molto oleoso). Infatti il carbonato di calcio trattiene con facilità le sostanze grasse e sulla pietra e le immagine devono essere disegnate alla rovescia.
  5. Finito il disegno si spennella la pietra con un liquido a base acido nitrico, gomma arabica acidificata e acqua. Per capire se il liquido (chiamato “preparazione”) è troppo forte di acidità o troppo poco, lo si spennella sul bordo della pietra. Se la reazione provoca molta schiuma vuol dire che è troppo forte: se viene usata così com’è il disegno ne risentirebbe. Se invece produce poca schiuma vuol dire che è troppo poco forte. L’ideale sarebbe non molta schiuma e che sia persistente. Il protagonista della reazione che si verifica è l’acido nitrico che trasforma tutte le parti non protette dall’inchiostro litografico, trasformando il carbonato di calcio in nitrato di calcio, sostanza idrofila
  6. La stampa avviene dopo 24 ore dalla preparazione, mediante il torchio litografico, la matrice disegnata viene bagnata e poi inchiostrata con un rullo di caucciù.
  7. L’inchiostro aderisce dove c’è il disegno e respinto dalla pietra bagnata
  8. Si mette il foglio di carta da stampare poi si mettono altri fogli più un cartone grassato e alla fine tutti i fogli vengono compressi
  9. Ad operazione compiuta si toglie il foglio e fatto asciugare

Senefelder inventò anche il metodo autografico mediante il quale non si deve più fare il disegno alla rovescio.

Xilografia

Per xilografia (dal greco ξύλον, “legno”), o, più italianamente, silografia, si intende l’incisione di immagini e a volte di brevi testi su tavolette di legno, le matrici, successivamente inchiostrate e utilizzate per la realizzazione di più esemplari dello stesso soggetto, su carta e a volte su seta, mediante la stampa con il torchio. Dato che la silografia è un tipo di incisione a rilievo, non è difficile inserire la matrice di legno nelle forme tipografiche, stampando insieme testo e immagini. Questa caratteristica della silografia rende il processo di stampa molto economico, infatti sarà usata soprattutto per i “testi popolari”.

Gli incisori utilizzano legni morbidi e facili da lavorare, tagliati nel senso della venatura. In questo modo si facilita il lavoro dell’incisore, ma le matrici si deteriorano velocemente.

Stampa digitale

Può capitare che le tirature siano così limitate al punto che un metodo di stampa tradizionale diventa estremamente controproducente. In casi come questi, la scelta vincente è la stampa digitale, eseguita da Arti Grafiche della Torre con una macchina all’avanguardia come la Canon C9060 Pro, caratterizzata da:

  • Sistema di stampa per ambienti Light Production fino a 60 ppm
  • Produzione on-demand di piccole tirature a colori e lavori di stampa complessi di qualità superiore
  • Integrazione efficiente dei flussi di lavoro
  • Funzioni di finitura avanzate
  • Gestione flessibile dei supporti
  • Rispetto dell’ambiente all’avanguardia

Grazie a questi ed altri fattori, questo modello di stampante si è aggiudicata il prestigioso premio annuale dell’EDP (European Digital Press), “un’associazione che riunisce le case editrici delle più importanti testate europee nell’ambito del digital printing e, rappresenta un lettorato di oltre un milione di professionisti delle arti grafiche“.

Gli inchiostri utilizzati sono in linea con il nostro progetto AGDT Green.

 

Allestimento Mostre

Siamo un azienda che da oltre 25 anni si occupa di organizzazione mostre d’arte, Allestimento Stand presso Fiere Nazionali.

 

Edizioni d’arte